I Tesori della Tradizione Bergamasca

Nella Sala Viterbi del Palazzo della Provincia è stata aperta fino al 31 Gennaio l’esposizione dal titolo “I Tesori da scoprire – i burattini della tradizione bergamasca”.
Bellissima manifestazione che comprendeva anche spettacoli di burattini e incontri con le scuole. Non poteva certo mancare chi, come il nostro Fotoclub, è amante della nostra storia e delle nostri radici. Erano esposte famose collezioni come quella delle famiglie Milesi di S.Pellegrino e Losa di Cisano B., risalenti alla fine dell’800, quella del fabbro Pietro Scuri di Città Alta, il Gioppino della collezione Lucchetti, ecc.
La raccolta delle nostre immagini, riprese con pellicola Fuji 200 e stampate poi su carta Fujicolor Crystal Archive Paper Supreme per negativi ad alta definizione, serviranno anch’esse per far conoscere ai posteri la bellezza e la semplicità delle tradizioni della nostra terra.
Qui sotto alcuni scatti “riassuntivi” dell’esposizione.

Le 500 nella città dei Mille

Il primo decennale (2006-2016) del “500 RACING CLUB BERGAMO” è stata l’occasione per il raduno delle Fiat 500 d’epoca (1957-1975) sul Sentierone di Bergamo e anche una bella opportunità per documentare lo stato delle rimanenti di quella famiglia di piccole giganti che hanno lasciato un grande segno nello sviluppo della nostra società.

raduno 500

Per le immagini di Ivan Mologni, ottimo come sempre il lavoro della reflex Contax RX con Zeiss Vario-Sonnar 28-85 e Fujicolor 200, riportato poi su carta Fujicolor Crystal Archive lucida.

L’abbraccio delle Mura

Non poteva mancare anche su questa manifestazione un reportage fotografico del nostro Fotoclub. Le nostre stupende Mura bergamasche a fare da sfondo e i tantissimi partecipanti come interpreti principali.
Tra le principali attrezzature utilizzate : – Fotocamera Contax S2b (la meccanica per eccellenza)  – obbiettivi: Zeiss Distagon 28mm, Zeiss Planar  50/1.7, Sonnar 135/2.8 – pellicola: Fujicolor 200 Iso. Come quasi sempre nei reportage, si è utilizzata una pellicola di sensibilità superiore per poter sfruttare tempi più veloci o diaframmi più chiusi per aumentare la profondità di campo e poi: composizione immagine (“se il fotografo non vede, la macchina fotografica non lo farà per lui”), esposizione e messa fuoco gli ingredienti fondamentali da rispettare per ottenere buoni risultati.

abbraccio mura

Le Mille Miglia del 2016 a Bèrghem

Reportage di Ivan Mologni

E’ ormai diventata consuetudine, dopo il 2015, la tappa con controllo orario delle Mille Miglia a Bergamo. Arrivano oltre 450 auto d’epoca e 150 sportive. Le mie grandi passioni soddisfatte in un sol colpo: fotografia (ovviamente a pellicola) e vetture storiche.
Per essere sempre operativo e pronto a tutto mi preparo due corpi Contax 167MT (del 1987) e due zoom, un 28/85 e un 80/200. Ricordo che lo scorso anno avevo optato per la pellicola Kodak 400 TMax b/n e utilizzato anche stampe in seppia per storicizzare l’ambientazione (e alcune di queste foto sono esposte nella mostra personale sulle Mille Miglia ora in corso).
1000 miglia 1 1000 miglia 2
Quest’anno decido perciò di scegliere il colore e mi carico quindi di pellicole Fujicolor 200. La giornata di sole e l’atmosfera festosa sono un incoraggiamento a percorrere chilometri avanti e indietro per cogliere gli attimi particolari. E tra concorrenti pesco anche l’amico Ivan Capelli, il famoso pilota di Formula Uno – ora commentatore tecnico della Rai sui Gran Premi – durante un’intervista e pronto alla partenza.

1000miglia 1

Poi mi dedico a qualche foto “dinamica”. Nelle manifestazioni sportive, per dare la sensazione del movimento, si utilizza il “penning” (o tecnica dell’accompagnamento) ossia si sposta la fotocamera seguendo il soggetto (in questo caso le varie auto) utilizzando un tempo d’otturazione lento (1\30 o 1\15), tenendo il diaframma piuttosto chiuso (f/16) e una messa a fuoco perfetta sul soggetto; per questo tipo di effetto si possono utilizzare obiettivi grandangolari (dal 18 al 35mm ) o il normale 50mm.

1000miglia 2

…e non dimentichiamo neppure qualche scatto a parte per le simpatiche “bandierine” che fanno da allegra coreografia alla manifestazione e forse, perché no, future modelle del Fotoclub.

bandierine

Bergamo Sposi 2015

Bg sposi -1Anche quest’anno, come per le passate edizioni, il Fotoclub Bergamo era presente alla sfilata. Una manifestazione che documenta l’evoluzione della moda e dei costumi. Il servizio è stato realizzato come sempre con macchine analogiche (RTS III Contax), con zoom 28/85 e 80/200 e utilizzando pellicola Fujicolor negativo 200 ISO.
Bg sposi